Europei atletica Berlino, Monza schiera Olivieri e Perini

Una società monzese porta di nuovo un proprio alfiere in un campionato continentale d’atletica. L’onore toccherà a Linda Olivieri dell’Atletica Monza, che correrà i 400 ostacoli ai Campionati europei di atletica leggera, in programma a Berlino dal 6 al 12 agosto. “Bisogna risalire ad Ernesto Ambrosini, che nel 1920 conquistò il bronzo nei 3000 siepi alle Olimpiadi di Anversa, per vedere un atleta di una società monzese, l’allora Forti e Liberi, in un campionato continentale – spiega Paolo Galimberti, vicepresidente dell’Atletica Monza – siamo felicissimi ma ce lo aspettavamo, sono due anni che Linda lavora duramente per questo obiettivo e la convocazione anche di Lorenzo Perini, che si allena con il nostro gruppo, dimostra l’alto livello dell’atletica leggera monzese”. Con i suoi 20 anni appena compiuti (lo scorso 14 luglio), Linda, da poco entrata a far parte delle Fiamme Oro Padova, torinese di nascita, ma da sempre a Novara, è alla prima esperienza in una competizione assoluta con la maglia della Nazionale. Chance che ha meritato a suon di titoli italiani di categoria e di un miglioramento continuo delle prestazioni personali. Fino ad arrivare ai 57 secondi netti con il quale l’anno scorso ha ottenuto il quarto posto ai Campionati europei Juniores di Grosseto.

 

“Speravo nella convocazione agli Europei di Berlino, ma non me la aspettavo – afferma la Olivieri – ho molta voglia di gareggiare, il mio obiettivo è fare il personale, anche perché sto molto meglio dell’anno scorso”. In questi giorni prima della partenza per la Germania il 3 agosto, l’ultima fase della preparazione si svolgerà tra Monza e Formia. Agli Europei la promettente ostacolista correrà in pista con una tecnica messa a punto da pochissimo. “Dopo i Giochi del Mediterraneo abbiamo cambiato il suo numero di passi tra gli ostacoli – afferma il suo coach Giorgio Ripamonti, che fa parte della struttura nazionale Fidal under 25 degli ostacoli – per l’ottimo stato di forma personale, infatti, i passi precedenti la costringevano ormai a rallentare l’andatura”.

 

Sulla pista di Berlino, insieme ai brianzoli Filippo Tortu, Vladimir Aceti e Mario Lambrughi, ci sarà anche un altro atleta legato alla pista di viale Cesare Battisti a Monza. Si tratta, appunto, di Lorenzo Perini, specialista dei 100 metri ostacoli, anche lui allenato da Ripamonti. “Lorenzo ha da poco vinto loro ai Giochi del Mediterraneo in 13”49, nuovo personal best e ottavo tempo italiano di sempre – afferma il coach – è veramente in forma, si è migliorato già di 13 centesimi rispetto all’anno scorso ed ha ancora margine”. Perini, 24 anni il 22 luglio, originario di Saronno, residente a Cologno Monzese e tesserato con l’Aeronautica Militare, ha un palmares di tutto rispetto nei 110 ostacoli. E’ stato, infatti, vicecampione continentale agli Europei juniores di Rieti 2013 , bronzo a quelli under 23 di Tallinn 2015, semifinalista agli Europei assoluti di Amsterdam. L’anno scorso si è laureato Campione italiano assoluto. E, a proposito di laurea, ma legata all’Università, studia Odontoiatria al San Raffaele.

 

Dopo gli Europei di Berlino, Olivieri e Perini non sanno ancora se potranno continuare ad allenarsi sulla pista di viale Cesare Battisti. La gestione del centro sportivo è attualmente oggetto di un bando comunale, che ha già provocato più di una polemica su requisiti e modalità. “Speriamo di poter proseguire con il nostro lavoro anche per la prossima stagione nella nostra città” è l’auspicio di Galimberti. L’augurio che tutto si risolva per il meglio accomuna tutta la Monza sportiva. E non solo.

       

Leave A Comment

Recent Posts

 
Open day!!!
Corsi 2020/21
Ron Clarke
RON CLARKE, CHE VINSE ANCHE PERDENDO di Marco Tarozzi La medaglia d’oro olimpica, quella che non vinse mai sulle piste d’atletica, arrivò in modo speciale. E con una dedica altrettanto speciale. Luglio del 1966, Ron Clarke, l’uomo che demoliva record mondiali senza riuscire ad essere il migliore alle Olimpiadi, era stato invitato al meeting di
Steave Prefontaine
IL DONO Steve Prefontaine Oggi Pre avrebbe quasi settant’anni. Non possiamo immaginare con esattezza quello che sarebbe stato nella vita: probabilmente un importante dirigente dell’azienda che contribuì a lanciare col suo nome, il suo volto e la sua iniziativa, e che oggi è diventata una multinazionale dello sport. Sappiamo, in ogni caso, che avrebbe messo
AM Racconta “Henry Rono”
Henry Rono il campione che annegò nell’alcool Talento assoluto, stupì il mondo stabilendo quattro record mondiali in pista in ottantuno giorni per poi perdersi e rinascere da uomo libero. Lo hanno ritrovato così, l’uomo che in 80 giorni aveva rivoluzionato le gerarchie del mezzofondo mondiale. Grazie a una foto sulla prima pagina del quotidiano di
Powell e Lewis, il salto…lunghissimo dei mondiali del 1991
Un salto di Powell ai Mondiali di Tokyo 1991 – da tagesspiegel.de articolo di Giovanni Manenti Quando il 18 ottobre 1968 l’alto e dinoccolato statunitense di colore Bob Beamon saltò m.8,90 al primo tentativo nella finale dei Giochi Olimpici di Città del Messico, demolendo il precedente record mondiale di m.8,35 detenuto dal connazionale Ralph Boston e dal russo Igor Ter-Ovanesian, i cronisti dell’epoca
Dick Fosbury
Guardate il gesto…..bello….lo avrete fatto tantissime volte in pista al Frisi, nell’Atletica Leggera molti Campioni hanno battuto dei record correndo più veloce o saltando o lanciando più lontano ma solo una persona ha fatto la storia stravolgendo la tecnica esistente e portando avanti senza paura le proprie convinzioni, quest’uomo è Dick Fosbury Il 1968 è l’anno delle
Uno sprint nel futuro:Filippo Tortu – Olympia | Radio 24
Nella terza puntata di AM Racconta proponiamo una coppia di velocisti Italiani, uno del presente ed uno del passato. Parleremo di Filippo Tortu che tutti voi conoscete attraverso le parole del leggendario Livio Berruti, Campione Olimpico dei 200m di Roma 1960. Seguiamo il racconto di Berruti attraverso la puntata di Olympia, programma radiofonico di Radio
Emil Zátopek – la locomotiva umana
Ciao a tutti come ben sapete quest’anno le Olimpiadi di Tokyo non si svolgeranno, quindi abbiamo pensato di rimanere nello spirito olimpico e raccontarvi nella nostra rubrica AM Racconta quanto realizzato 68 anni fa da un piccolo campione Cecoslovacco alle Olimpiadi di Helsinki e soprattutto della sua incredibile vita. L’atleta di questa puntata è Emil
Ernesto Ambrosini un campione monzese
Ciao a tutti L’Atletica Monza da questa settimana e per ogni lunedì, uscirà sui nostri social con una nuova rubrica sulla storia del nostro sport. Vi coinvolgeremo con brevi letture sulla storia di campioni  del passato o filmati di personaggi e competizioni che hanno emozionato gli appassionati diventando esempi  per quegli atleti che a loro

Chi siamo

 

Atletica Monza si propone l'insegnamento e l'allenamento di tutte le specialità atletiche, dai bambini fino ai master. Ogni attività è strutturata in modo da tener conto dell'età e delle esigenze delle singole persone. Lo Staff Tecnico è composto da docenti di Scienze Motorie ed Allenatori con brevetto rilasciato dalla Federazione Atletica Italiana.

Contatti rapidi

 

Per domande, dubbi o curiosità non esitate a contattarci!

Email: segreteria@atleticamonza.it
Sede legale: Via Quintino Sella 7, 20900 Monza MB